Pratiche acqua

NUOVE FORNITURE

Per richiedere la nuova fornitura di acqua potabile è necessario sottoscrivere e trasmettere ad Amiacque il Contratto per la fornitura di Acqua Potabile, nel quale bisogna dichiarare l'uso, il minimo impegnato e, sulla base delle necessità, il diametro del contatore richiesto. Al contratto andranno allegati tutti i documenti indicati sul retro del modulo o, laddove previsto, le relative autodichiarazioni, pena il non accoglimento della domanda stessa.
Per richiedere una fornitura di tipo provvisorio a uso cantiere, ovvero per usi temporanei quali fiere, mostre, circhi etc. (con o senza contatore), è necessario sottoscrivere e trasmettere ad Amiacque il
Contratto per la fornitura provvisoria di Acqua Potabile.
Successivamente, nei termini previsti dalla Carta del Servizio Idrico Integrato, i tecnici di Amiacque effettueranno un sopralluogo presso il punto di fornitura e faranno pervenire un preventivo di spesa per la realizzazione dell’allacciamento. Tale preventivo avrà validità per 120 giorni dalla data della sua emissione e si riterrà accettato a fronte del pagamento della somma indicata entro il termine di validità. Ad avvenuto pagamento, le opere necessarie all’allacciamento saranno realizzate da Amiacque nel termine indicato dalla Carta del Servizio Idrico Integrato.

 Tipo di Allacciamento Uso ModulisticaVersamenti da Effettuare 
 Definitivo Potabile/AntincendioContratto per la fornitura di Acqua Potabile 
 Provvisorio CantiereContratto per la fornitura provvisoria di Acqua PotabileEuro 469,51 (deposito)
Euro 2,00 (imposta di bollo)
Euro 355,06 + iva 22% (spese di chiusura della presa)
Totale euro 904,68                                               
 Provvisorio TemporaneoContratto per la fornitura provvisoria di Acqua PotabileEuro 15,49  + iva 10% (tariffa al giorno)
Euro 70,43 + iva 10% (spese apertura  e chiusura presa)

 

Vedi elenco prezzi allacciamenti acquedotto 2014

 

COME FARE

Per richiedere la nuova fornitura di acqua potabile in modo rapido e diretto, è possibile utilizzare i servizi online (SPORTELLonline e CONDOMINIonline) oppure telefonare al Servizio Clienti al Numero Verde 800.428.428, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 18.00.
Per poter procedere e completare la richiesta  si deve disporre di:

  • documentazione attestante la regolarità edilizia (D.I.A. o Permesso di costruire)
  • dati catastali, in caso di immobile accatastato

In alternativa è possibile scaricare il modulo Contratto per la fornitura di Acqua Potabile, compilarlo, sottoscriverlo in ogni sua parte e trasmetterlo, completo di allegati e/o autodichiarazioni, tramite posta all’indirizzo AMIACQUE – SERVIZIO CLIENTI – via Rimini 34/36 – 20142 MILANO oppure consegnarlo presso gli sportelli Amiacque o quelli comunali convenzionati.


ESTENSIONE RETE ACQUEDOTTO

Nel caso in cui sia necessaria un'estensione di rete idrica, a cui successivamente saranno allacciati uno o più Clienti, si deve sottoscrivere e trasmettere ad Amiacque il modulo Richiesta di preventivo per estensione rete di acquedotto. Ad avvenuta richiesta i tecnici Amiacque effettueranno un sopralluogo e faranno pervenire un preventivo di spesa per la realizzazione dei lavori. 
Il modulo Richiesta di preventivo per estensione rete di acquedotto è disponibile anche presso gli sportelli Amiacque o quelli comunali convenzionati.

 

Vedi prezzario OPERE 2014
 

SUBENTRI E CAMBI DI INTESTAZIONE

Nel caso di subentro a un precedente Cliente, è necessario sottoscrivere e trasmettere ad Amiacque il Contratto di subentro alla fornitura di Acqua Potabile dichiarandone l'uso e il minimo impegnato.
Il subentro può essere:


  • contestuale, nel caso in cui il contratto di subentro sia sottoscritto da tutte le parti interessate (nuovo intestatario, precedente intestatario e proprietario);
  • non contestuale nel caso in cui, a fronte della presentazione di un contratto di subentro non controfirmato dal precedente intestatario, il contratto di disdetta viene presentato in un momento diverso da quello del subentro (antecedente o successivo). 
 Tipo di Subentro Pratica ModulisticaUso della Pratica
ContestualeCAMBIO INTESTAZIONEContratto di subentro alla fornitura di acqua potabileSulla prima bolletta sono addebitati:
deposito cauzionale
diritti fissi
marca da bollo da 14,62 Euro
Non contestuale
DISDETTA
CAMBIO INTESTAZIONE 
Disdetta fornitura acqua potabile

Contratto di subentro alla fornitura di acqua potabile
Sulla prima bolletta sono addebitati:
deposito cauzionale
diritti fissi
marca da bollo da 14,62 Euro

COME FARE

Per richiedere il subentro in modo rapido e diretto, è possibile utilizzare i servizi online (SPORTELLonline e CONDOMINIonline) oppure telefonare al Servizio Clienti.

Per poter procedere e completare la richiesta  si deve disporre di:


  • codice cliente dell’utenza a cui intende subentrare
  • lettura più recente del contatore
  • dati della proprietà

In alternativa è possibile scaricare il modulo Contratto di subentro per la fornitura di Acqua Potabile, compilarlo, sottoscriverlo in ogni sua parte e trasmetterlo, completo di allegati e/o autodichiarazioni tramite posta all’indirizzo AMIACQUE – SERVIZIO CLIENTI – via Rimini 34/36 – 20142 MILANO oppure consegnarlo presso gli sportelli Amiacque o quelli comunali convenzionati.
 

DISDETTE

In caso di disdetta dal contratto di fornitura, è necessario sottoscrivere e trasmettere ad Amiacque il modulo Disdetta della fornitura di acqua potabile, con un preavviso di almeno 30 giorni. 
Il Cliente che ha presentato disdetta continuerà a essere responsabile degli obblighi assunti con la sottoscrizione del contratto sino alla data di scioglimento.
Nel caso di disdetta con richiesta di rimozione del contatore, lo scioglimento del contratto avverrà con la rimozione del contatore, che dovrà realizzarsi nei termini previsti dalla
Carta del Servizio Idrico Integrato.
Nel caso di disdetta con contestuale perfezionamento del subentro, gli obblighi assunti con la sottoscrizione del contratto si estinguono all’atto della sottoscrizione del contratto da parte del subentrante.
 

Tipo di DisdettaModulisticaCosti PraticaDocumentazione da FornireProcedura Correlata
Fine locazioneDisdetta della fornitura di acqua potabileNessuno
  • Numero utenza o copia della bolletta
  • Recapito dove inviare la bolletta di chiusura
  • Il nominativo e il recapito del subentrante proprietario o nuovo locatario
  • Lettura finale del contatore
Alla disdetta per "fine locazione" o per "vendita dell'immobile" segue la procedura di subentro
Vendita immobileDisdetta della fornitura di acqua potabileNessuno
  • Numero utenza o copia della bolletta
  • Recapito dove inviare la bolletta di chiusura
  • Il nominativo e il recapito del subentrante proprietario o nuovo locatario
  • Lettura finale del contatore
Alla disdetta per "fine locazione" o per "vendita dell'immobile" segue la procedura di subentro
Chiusura per rimozioneDisdetta della fornitura di acqua potabileNessuno
  • Numero utenza o copia della bolletta
  • Il nuovo recapito dove inviare la bolletta di chiusura
  • Lettura  finale del contatore
Alla "disdetta per rimozione" segue la procedura di chiusura della presa con rimozione del contatore

COME FARE

Per richiedere la disdetta in modo rapido e diretto, è possibile utilizzare lo SPORTELLonline del sito oppure telefonare al Servizio Clienti  al Numero Verde 800.428.428, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 18.00. 
Per poter procedere e completare la richiesta  si deve disporre di:


  • codice cliente dell’utenza per la quale si richiede la chiusura;
  • lettura finale del contatore;
  • dati della proprietà.

In alternativa è possibile scaricare il modulo Disdetta della fornitura di acqua potabile compilarlo, sottoscriverlo in ogni sua parte e trasmetterlo, completo di allegati e/o autodichiarazioni tramite posta all’indirizzo AMIACQUE – SERVIZIO CLIENTI – via Rimini 34/36 – 20142 MILANO oppure consegnarlo presso gli sportelli Amiacque o quelli comunali convenzionati.

MODIFICHE CONTRATTUALI

Le modifiche previste al contratto di fornitura stipulato sono cinque:

  1. Modifica della ragione sociale o dell'intestazione del condominio. Per modificare la ragione sociale o l'intestazione del condominio, occorre inviare ad Amiacque una comunicazione, sottoscritta dal legale rappresentante o dall'amministratore del condominio, allegando la nuova copia del certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A, copia del verbale di nomina dell'amministratore e della bolletta di riferimento o il codice Cliente.
  2. Modifica dell'intestazione del contratto. Per modificare l'intestazione del contratto occorre seguire la procedura prevista in caso di subentro.
  3. Modifica dell'indirizzo per la spedizione delle bollette. Per modificare l'indirizzo di spedizione delle bollette occorre contattare il Servizio Clienti  al Numero Verde  800.428.428, specificando il codice Cliente e/o l'intestatario dell'utenza per la quale si richiede la modifica.
  4. Modifica del diametro e/o spostamento del contatore. Per modificare il diametro del contatore, al fine di aumentare o diminuire la portata d'acqua, occorre compilare, sottoscrivere e trasmettere ad Amiacque l'apposito modulo Modifica del contratto acqua potabile.  I tecnici Amiacque effettueranno il sopralluogo e, in caso di accoglimento della richiesta, faranno pervenire apposito preventivo di spesa. La modifica del diametro del contatore può comportare la variazione del minimo contrattuale impegnato. Per poter richiedere il cambiamento di diametro o uno spostamento del contatore installato è indispensabile che l’utenza, sulla quale si deve effettuare l'intervento di natura tecnica non presenti situazioni debitorie aperte.
  5. Modifica del minimo contrattuale impegnato e/o della tipologia d'uso. Per modificare il minimo contrattuale impegnato e la tipologia d'uso sottoscritti all'atto della stipula del contratto, occorre seguire le seguenti procedure:
  • utenze di tipo domestico: all'utenza di tipo domestico viene concesso un minimo contrattuale impegnato, a tariffa domestica, pari a 25 metri cubi al trimestre per appartamento. Per modificare il minimo (aumentarlo o diminuirlo) o la tipologia d'uso, l’intestatario dell’utenza deve sottoscrivere e trasmettere l'apposito modulo Modifica del contratto acqua potabile dichiarando il numero degli appartamenti serviti dall'utenza.
  • utenze di tipo industriale/diverso: per l'utenza di tipo industriale/diverso il minimo contrattuale impegnato è determinato in base al diametro del contatore installato. Per richiedere l'aumento o la diminuzione del minimo impegnato, l’intestatario dell’utenza deve  compilare, sottoscrivere e trasmettere ad Amiacque l'apposito modulo Modifica del contratto acqua potabile. Sulla base di quanto richiesto dall'utente, Amiacque calcolerà il nuovo minimo e adeguerà l'anticipo dei consumi.
  • utenze di tipo agrozootecnico: la tipologia agrozootecnica è riservata all'allacciamento a esclusivo uso di allevamento di animali. Per richiedere la variazione della tipologia, l’intestatario deve compilare, sottoscrivere e trasmettere ad Amiacque l'apposito modulo Modifica del contratto acqua potabile, unitamente alla dichiarazione sostitutiva di atto notorio nella quale si specifica l'uso, il tipo e il numero di capi di bestiame allevati. Il minimo impegno contrattuale viene determinato sulla base del diametro del contatore installato.

COME FARE

Per richiedere una modifica contrattuale in modo rapido e diretto, è possibile utilizzare i servizi on line (SPORTELLonline e CONDOMINIonline)  oppure telefonare al Servizio Clienti al Numero Verde  800.428.428, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 18.00.
Per poter procedere e completare la richiesta è necessario essere l’intestatario del contratto e si deve disporre del codice cliente dell’utenza per la quale si richiede la variazione.
In alternativa è possibile scaricare il modulo Modifica del contratto acqua potabile, compilarlo, sottoscriverlo in ogni sua parte e trasmetterlo, completo di allegati e/o autodichiarazioni, tramite posta all’indirizzo AMIACQUE – SERVIZIO CLIENTI – via Rimini 34/36 – 20142 MILANO oppure consegnarlo presso gli sportelli Amiacque o quelli comunali convenzionati.

RICHIESTA DI VERIFICA METRICA DEL CONTATORE

Nel caso in cui si ritenga che il contatore installato non funzioni correttamente, l’intestatario dell’utenza può richiederne la verifica metrica, sottoscrivendo e trasmettendo ad Amiacque l’apposito modulo Richiesta di verifica metrica del contatore e anticipandone il costo previsto, salvo conguaglio.
La spesa sostenuta rimarrà a carico del Cliente solo nel caso in cui gli errori rilevati (in entrambi i campi di portata) siano inferiori a quelli massimi ammissibili in base alla direttiva CEE 75/33 recepita con D.P.R. 23/8/82 n. 854.
La verifica del contatore verrà realizzata nei tempi e con le modalità indicati nella Carta del Servizio Idrico Integrato.

COME FARE

Per richiedere la verifica metrica del contatore in modo rapido e diretto è possibile telefonare al Servizio Clienti al Numero Verde  800.428.428, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 18.00.
In alternativa è possibile scaricare il modulo Richiesta di verifica metrica del contatore, compilarlo, sottoscriverlo in ogni sua parte e trasmetterlo, completo di allegati e/o autodichiarazioni tramite posta all’indirizzo AMIACQUE – SERVIZIO CLIENTI – via Rimini 34/36 – 20142 MILANO oppure consegnarlo presso gli sportelli Amiacque o quelli comunali convenzionati. 
 

 

 



Amiacque, con l’Ente di Certificazione DNV, è certificata secondo la norma UNI EN ISO 9001:2008 per il Servizio Idrico Integrato, ovvero i servizi di Acquedotto, Fognatura e Depurazione. Lo scopo della certificazione, ovvero il campo di applicazione del certificato UNI EN ISO 9001:2008 è il seguente:


“Gestione dei processi del servizio idrico integrato: acquedotto, fognatura, depurazione e collettamento delle acque reflue civili e industriali. Progettazione e realizzazione di collegamenti standard ed estensioni alla rete idrica e fognaria, servizio di call-center e supporto all’utenza, controllo analitico della qualità delle acque potabili e reflue.”


La nostra azienda, inoltre, è certificata UNI EN ISO 14001:2004 per la sede di via Rimini 34/36 - Milano, il servizio di Fognatura e per il servizio di depurazione limitatamente a 8 impianti: Binasco, Lacchiarella, Locate Triulzi, Melegnano, San Giuliano Milanese (Ovest), Trezzano sul Naviglio, Pero e San Giuliano Milanese (Est). Di seguito viene invece descritto lo scopo della certificazione 14001:2004:


“Gestione dei processi dei servizi di fognatura, depurazione e colletta mento delle acque reflue civili e industriali. Progettazione e realizzazione di collegamenti standard ed estensioni alla rete fognaria, controllo analitico della qualità delle acque reflue. Attività di stoccaggio, trattamento chimico fisico e biologico di rifiuti liquidi speciali pericolosi e non pericolosi presso l’impianto di San Giuliano Milanese.”


Infine, il laboratorio di Pero è certificato secondo la UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 per le acque di scarico:


“L’accreditamento attesta la competenza tecnica del laboratorio relativamente a Alluminio, Cadmio, Cromo, Ferro, Fosforo, Nichel, Piombo, Rame, Zinco, Manganese, BOD5, COD, COD a pH 7 dopo un’ora di sedimentazione, solidi sospesi totali, solidi sospesi totali a pH 7”.